Aspetta.
Anche se ad aspettare sembra venir meno l’aria che respiri.
Attendi.
Anche se attendere è peggio che stare sui carboni ardenti.
Lascia passare altro tempo.
Anche se un solo secondo in più ti pesa come un secolo di vita.
Non ti pare di farcela, lo so.
Ma è perché nessuno te lo ha insegnato.
Anzi, ti hanno detto di cogliere l’occasione… di non dormire.
Di agire!
Così non credi di riuscirci: vorresti provarci, però è troppo difficile.
È che non sei abituato, da sempre.
Ma puoi imparare.
Puoi gestire tutta quell’energia che ti spinge sempre a iniziare.
Respira.
Puoi diventare esperto nel cavalcare l’onda di emozioni che quotidianamente ti travolge.
Respira ancora.
Puoi riuscire a padroneggiare perfino gli istinti.
Respira, respira.
Puoi aggirare le pressanti imposizioni della tua mente, e l’ansia che ci sta dietro.
Continua a respirare.
Puoi vedere oltre il vuoto che appesantisce il tuo cuore o il disorientamento che ti fa sentire cieco.
Respira, sì.
Puoi smascherare la falsa credenza di dover dimostrare sempre ciò che sai fare.
Respira…
Puoi lasciar andare anche il bisogno di dire per forza la tua, costi quel che costi.
Ma devi arrenderti, prima.
Alle esigenze del tempo.
Al valore della pazienza.
Al piacere dell’attesa.
Alle leggi della natura.
Solo così verrai ricompensato.
Non puoi mangiare la mela quando ancora è un seme.
Permettiti di aspettare.
Lascia che i frutti crescano e maturino.
Verrà il momento giusto per coglierli.
E nel frattempo abbandonati totalmente all’esperienza.
Sarà senz’altro frustrante, all’inizio.
Ma tu persevera, qualunque cosa accada.
Non accadrà nulla, in realtà, di immediatamente percepibile.
Tutto si sta svolgendo dentro di te.
Proverai molte sensazioni, alcune mai sperimentate prima.
Osservale, semplicemente.
Cerca di comprendere più a fondo che puoi come funzioni.
Ascolta ogni segnale.
Assimila tutte le informazioni.
Non puoi sapere quanto ci vorrà.
A volte minuti, altre volte anni.
Tu resisti, fermo nella tua saggia immobilità.
Perché a un certo momento capirai.
Sentirai risuonare forte, in te, il campanello della consapevolezza.
Scoprirai che un’intelligenza profonda ti guida.
E non viene dalla mente.
Sarà impossibile non sentirne la chiarezza.
Allora saprai cosa fare.
Allora potrai muoverti.
Allora sarà il momento di parlare.
Soprattutto, sarai in grado di fare la scelta giusta.
E di ottenere ciò che desideri.
Poi rilassati.
E aspetta di nuovo.

Luca Valente