Non sei solo.
Cammini nella vita accompagnato.
Molto più di ciò che credi.
Assai più di quanto tu possa immaginare.
Una folla si muove assieme a te.
È dentro di te, precisamente.
Nelle tue cellule.
Nella tua genetica.
È la tua famiglia ancestrale.
Sono i tuoi antenati.
Fermati, ora.
Chiudi gli occhi e fai un profondo respiro.
E ascolta.
Percepisci il tuo corpo vibrare?
Senti risuonare le loro voci?
Riesci a scorgerne i volti?
Respira, ancora.
E permettiti di incontrarli.
Li puoi vedere mentre arano faticosamente la terra.
Camminare in aridi deserti o in lande gelate.
Costruire una capanna o al lavoro in un laboratorio.
Puoi seguirli con lo sguardo su un campo di battaglia.
Mentre raccontano una storia a un bambino di fronte al fuoco.
O quando erano quel bambino che ascoltava rapito.
Li riconosci?
Eccoli nel bosco a cacciare un animale.
Unirsi nella carne, per sincero amore o per brama di possesso.
Venire al mondo o esalare il loro ultimo respiro.
Continua a guardare.
Osservali mentre pregano gli dei del cielo o li maledicono.
Agire spinti dalla paura o accecati dalla rabbia.
Imparare le lezioni del dolore e del perdono.
Le loro esperienze sono in te.
Sono i tuoi avi.
Sentine le emozioni durante una cavalcata selvaggia o quando erano persi negli occhi del loro amato, della loro amata.
Soffri con loro quando sono stati incatenati e umiliati.
Assapora anche tu l’ebbrezza del potere che hanno esercitato.
O il potere della ricchezza di cui hanno goduto.
Rivivi la felicità provata per il miracolo di una nascita.
E il dolore lacerante per le perdite sofferte.
Tutto ciò che hanno vissuto ti appartiene.
Tutto ciò che hanno appreso della vita sulla Terra è anche tuo.
Tutto ciò che sono stati, tu lo sei.
È la tua eredità.
Il corpo in cui sei ospite lo hanno costruito loro.
Vita dopo vita.
E la Terra te lo ha consegnato.
Affinché tu ne faccia il miglior uso possibile.
In modo che tu possa fare esperienza nella densità della materia.
Aggiungendola alla loro.
Senza dimenticarli.
Senza scordarne le lezioni.
Hanno commesso molti sbagli.
Hanno appreso sulla loro pelle le leggi dell’Esistenza.
E te le stanno donando.
I tuoi antenati ti sostengono.
Li senti dentro di te?
In questo momento si sono riuniti e ti attorniano.
Ti sorridono.
Ti incoraggiano.
Abbandonati alla forza che ti infondono.
Lasciati attraversare dal potere che ti tramandano.
Permetti alle loro ispirazioni di guidarti.
Respirane la profonda saggezza.
E poi inchinati di fronte a tanta magnificenza.
Sentiti onorato del compito che ti affidano.
Sii grato per i doni preziosi che ti consegnano.
E dopo respira profondamente.
Respira…
Apri il tuo cuore, ora.
Aprilo come mai hai osato fare.
Perché c’è ancora di più.
Molto, molto di più.
Ci sei tu, Anima.
Anche tu hai una grande esperienza.
Poderosa oltre ogni immaginazione.
Vite su vite!
Che scorrono davanti ai tuoi occhi, come un film.
Tu, unico protagonista.
Viaggiatore in centinaia di corpi diversi.
Nei luoghi più disparati di questo pianeta.
Attraverso secoli bui ed epoche floride.
Nella privazione come nell’abbondanza.
Sperimentando morte e rinascita.
Ogni volta nel solco di un lignaggio umano differente.
Ma il tuo non è da meno.
Il tuo retaggio animico è divino.
Ogni ruolo che hai interpretato è presente in te.
Ciascuna incarnazione ti ha fornito un utile insegnamento.
La ruota karmica ha girato vorticosamente.
E ti ha condotto fino a qui.
Con un incredibile bagaglio di conoscenze.
Dove sono tutte quelle informazioni?
Ancora una volta, dentro di te.
Nelle tue cellule.
Nella tua genetica.
Il tuo corpo le ha memorizzate.
Custodisci in te codici sacri.
Di guarigione, di trasformazione, di evoluzione.
E la tua anima li trasferirà nella prossima esperienza umana.
Arricchiti da ciò che stai sperimentando in questa vita.
Ma adesso arriva la buona notizia.
Quei dati sono qui, accessibili.
Sono a tua disposizione.
E tu hai la possibilità di attingervi.
Puoi scegliere dal tuo archivio genetico ciò che ti serve ora.
Qualità, talenti, capacità, attitudini, conoscenze…
Puoi riattivare i codici della tua Akasha personale.
I tempi sono maturi.
Le condizioni sempre più favorevoli.
Le energie ogni giorno più elevate.
È ora.
Il tuo passato ti indica la via per il futuro.
Alimenta la tua personale evoluzione.
Che si tratti della strada percorsa dai tuoi antenati o della traiettoria seguita dalla tua anima, ciò che hai ricevuto in dote è tempo che si riveli e ti innalzi.
Riconosci di trovarti nel punto esatto in cui le due linee si incontrano.
Che perfetta sincronicità!
La tua eredità ancestrale è il battito del cuore della Terra.
Quella animica è il respiro delle Stelle.
Ogni volta si uniscono in matrimonio.
E tu, Anima, sei al servizio di entrambe.
Il corpo che abiti tornerà polvere e nutrirà Gaia.
Sì, la stai aiutando ad evolvere.
Ogni umano ha questo compito.
E poi farai ritorno alla Fonte.
Anch’essa, attraverso te che ne sei parte, espande sempre più la propria Coscienza.
Anch’essa si arricchisce della tua discesa nella materia.
E così amplia la sua esperienza.
Si ri-conosce e si sperimenta nell’eterno gioco dell’Evoluzione.
Ciclo dopo ciclo.
E tu, che magnifico essere sei!
Quale importante incarico ti sei assunto!
Quanto coraggio ed entusiasmo nella tua scelta!
Te ne eri scordato nel momento in cui hai attraversato il Velo.
Ma era scritto negli accordi presi.
Doveva essere così.
Solo ora cominci a ricordare.
La nuova Energia si sta manifestando.
Niente può fermarne il corso.
È la via del Risveglio.
L’ascesa dell’Umanità.
Stai sentendo la Chiamata?

Luca Valente