Non puoi pensare di piacere a tutti.
Ci sarà sempre qualcuno che ti giudicherà.
Non puoi pretendere di andare bene a chiunque.
Ci sarà sempre qualcuno a cui non andrai a genio.
Non puoi credere di spiegarti in ogni circostanza.
Ci sarà sempre qualcuno che non ti capirà.
Non puoi voler essere per tutti, semplicemente.
E ci saranno molti che si allontaneranno.
Accettalo.
Perché hanno paura di quel che vedono.
Anche tu hai paura.
Di essere te stesso.
È comprensibile.
Quando cominci a onorare la tua unicità, il mondo rischia di trasformarsi in un deserto.
È questione di vibrazioni.
Di sottili sintonie.
Solo pochi sono in grado di intendere la tua melodia.
Ma nel momento in cui tu e loro vi incontrate…
… il concerto diventa memorabile.
E allora suona la tua musica, fratello.
E tu dona il tuo canto, sorella.
È per questo che siamo venuti.

Luca Valente